Affiliate Marketing: guadagnare online da casa

Big Luca posa intimidatoria

Come premessa, vorremmo subito chiarire una concetto molto caro all’online marketer di fama Mondiale Big Luca: qui si parla di AFFILIATE marketing e non dell’AFFILIATION marketing. AFFILIATION marketing non esiste.
Non significa nulla, in USA è un termine che assolutamente non viene usato se non in contesti completamente differenti, quindi fate molta attenzione a chi si professa guru dell’AFFILIATION marketing… perché se il buongiorno si vede dal mattino…

Affiliate marketing

Ecco, chiarito questo, veniamo a noi. Sapere cos’è l’affiliate marketing è una domanda a cui, almeno coloro che fanno business in rete, devono saper rispondere.
L’affiliate marketing è diventato senza dubbio uno degli strumenti più gettonati per generare dei guadagni. I motivi sono vari e sono riconducibili, principalmente, alla possibilità di generare delle passive income ovvero delle entrate passive.

Ma che cos’è l’affiliate marketing?

L’affiliate marketing è l’attività di promozione di un prodotto venduto da un soggetto terzo, con cui si stipula un accordo per ricevere, in cambio dell’attività promozionale svolta, una percentuale dei guadagni generati dalle vendite concluse dai nostri contatti. Per fare affiliate marketing si può decidere di utilizzare il proprio sito internet o un blog. Il proprio profilo Instagram o Facebook. Oppure si può guadagnare con l’affiliate marketing senza sito: ad esempio postando i propri link di affiliazione su forum o nei commenti di altri blog o condividendoli, semplicemente, con i propri conoscenti.

Occorre sapere che tutti i principali brand hanno un loro programma di affiliate marketing a cui è possibileBanner WorldFilia aderire. Inoltre esistono dei siti dove vengono raccolte tutte le offerte di prodotti in affiliazione e si può liberamente decidere quali iniziare a promuovere. Tra questi, i due più popolari sono WordFilia per il mercato italiano e Clickbank per quello di prodotti digitali a livello mondiale.

L’esempio più noto, almeno in Italia, rimane comunque Amazon. In sostanza basterà promuovere sul proprio sito uno dei milioni di prodotti venduti sul più celebre dei marketplace, libri compresi, ed inserire, in un post o in un articolo, l’apposito link alla vetrina del prodotto che si vuole promuovere. Se i lettori del nostro blog o i nostri contatti social,  cliccheranno su quel link e decideranno di acquistare il prodotto, una percentuale di quella vendita verrà automaticamente trasferita sul nostro conto.

Conversioni

Fare affiliate marketing però, presuppone la capacità di creare le condizioni per realizzare dei profitti. Questo significa anzitutto produrre contenuti, che siano scritti o video, in grado di coinvolgere e trasformare i propri visitatori in potenziali acquirenti ovvero realizzare delle conversioni. Non basterà dunque creare dei link per avere la ragionevole speranza di realizzare delle vendite. Occorrerà puntare sulla qualità dei propri articoli o dei propri video e costruirsi una certa credibilità, facendo attenzione a non trasformare la propria presenza sul web esclusivamente a fini di vendita.

Il nostro consiglio

Il suggerimento è di inserirsi in una nicchia di mercato, che sia una passione o un tema su cui si è particolarmente ferrati e creare una community di persone. Si tratterà quindi di trasmettere quell’autorevolezza e quel senso di fiducia, che sono alla base di una relazione commerciale capace di durare nel tempo e dare notevoli soddisfazioni.

Se ti è piaciuto, condividilo...