Guadagnare con Amazon FBA – Ricerca Prodotto

Benvenuti alla prima lezione del mini corso settimanale Guadagnare con Amazon FBA, oggi si parla della ricerca prodotto per Amazon FBA.

Ormai in molti hanno un’idea generale di cosa sia Amazon FBA. Se però tu hai ancora qualche dubbio, dai prima un’occhiata al nostro articolo sul tema.

Ma veniamo a noi.

Amazon FBA conviene ancora?

Amazon FBA è da molti considerato il metodo migliore per guadagnare online da qualche anno a questa parte, per altri invece presenta un livello di concorrenza e di imprevedibilità tali da renderlo poco conveniente. Qual è la verità? Dati alla mano, ha ragione chi considera Amazon FBA una gallina dalle uova d’oro. Certo, la concorrenza aumenta, ma la crescita del volume di acquisti effettuati su Amazon a livello europeo e mondiale aumenta in maniera esponenzialmente maggiore. Quindi la cBanner VSA Antonio Vida - Ricerca prodotto per Amazon FBAonvenienza rimane, eccome. Chi non fosse covinto, basta che si vada a guardare i risultati di molti corsisti del corso Vincere su Amazon di Antonio Vida, ad oggi leader incontrastato in Italia nel settore formazione per Amazon FBA. Youtube è semi invaso da video dove il buon Vida intervista i suoi corsisti, molti dei quali stanno iniziando a trasferirsi all’estero per ragioni fiscali visto il volume di affari che iniziano a produrre.

 Ok, conviene, ma come si ha successo vendendo su Amazon?

Semplice, basta trovare un prodotto che il pubblico vuole comprare ed iniziare a venderlo…

In questo momento alcuni di voi staranno pensando: grazie, questo lo sapeva anche mia nonna!

Ma nell’essenza è veramente così. Amazon diventa nostro partner in business in tutto e per tutto, si preoccupa dello stockaggio dei prodotti, della spedizione, del marketing per attirare clienti, del retargeting di coloro che hanno visitato la pagina del nostro prodotto ma non hanno comprato… arriva addirittura a chiedere le recensioni per noi e ciò che vendiamo. Cosa possiamo volere di più? A noi non resta che trovare il prodotto giusto da vendere… e qui viene il difficile! Al di là del classico genio che si inventa un prodotto mai visto e come lo pubblicizza un attimo online la gente si azzuffa per comprarlo, per noi comuni mortali il processo è un po’ più articolato. Ma niente paura, se l’ho fatto io, può farlo chiunque!

Alla ricerca del prodotto

La scienza della ricerca prodotto per Amazon FBA oramai ha raggiunto un volume di letteratura simile a quella per determinare dove si trovi Atlantide. Fioriscono ogni giorno software che garantiscono di aiutarci, in pochissimi minuti, a trovare il Santo Graal dei prodotti per Amazon FBA… chiaramente non è così semplice. O meglio, lo sarebbe solo in un caso: che fossi solo io e pochissimi altri ad avere questi programmi, tipo Jungle Scout, Viral Launch, AmzScout o Helium 10. Inserirei nelle loro maschere di ricerca i miei parametri e tac… avrei i sicuri vincitori. Quand’è, però, che il sogno si infrange contro la realtà? Quando ad usare gli stessi software ed i medesimi parametri di ricerca siamo in 100, 200 o magari 500mila persone. A quel punto si finisce per trovare tutti più o meno gli stessi prodotti. Ed è qui che il gioco si fa duro.

La ricerca prodotto per Amazon FBA, nel 90% dei casi, consiste in innumerevoli ore passate su principalmente due siti. Il primo è ovviamente Amazon stesso, il secondo è Alibaba (approfondiremo il bazar cinese nella seconda lezione). Per esempio, lo sapevate che dopo un tot di ore passate consecutivamente su Amazon, è il sito stesso a buttarvi fuori interrompendo la connessione perché ritiene non siate esseri umani ma software progettati con chissà quale intento distruttivo? Solo i veri cercatori di prodotti hanno provato quest’esperienza!

Metodi di ricerca prodotto per Amazon FBA

Semi-casuale

Il primo metodo di ricerca è il cosiddetto semi-casuale: in pratica, partendo da una nicchia che so essere profittevole, clicco quasi a caso sui vari prodotti suggeriti dallo stesso Amazon, finché non incrocio il prodotto giusto. Questo metodo sembra semplice, in realtà richiede moltissime ore e soprattutto è sfruttabile da chi ha già una certa esperienza e quindi riesce ad intuire il potenziale ed a “guidare la casualità”.

Totalmente casuale

Il secondo è una derivazione del primo e lo riprende in tutto tranne che per la fase iniziale. In questo caso, anche il punto di partenza è casuale. Infatti si inserisce una lettera dell’alfabeto a caso nella casella di ricerca di Amazon e si batte invio. A quel punto Amazon ci presenta una paginata di prodotti che iniziano con quella lettera e noi, facendoci guidare dall’esperienza e dall’intuito (o dalla pura fortuna, per chi ne è dotato) iniziamo a cliccare.

Uso dei vari software

Come detto in precedenza, abbiamo sempre la possibilità di usare uno dei vari software presenti sul mercato. Facendo attenzione al problema già menzionato, i parametri che di solito si usano per il mercato italiano sono i seguenti:

  1. Ricavi mensili: tra i 4 ed 10/12 mila;

  2. Numero di unità vendute: maggiori di 150;

  3. Numero di recensioni: minore di 60/70;

  4. Venduti in FBA (non spediti direttamente dal venditore);

  5. Prezzo di vendita: maggiore di 12, minore di 40euro (puntiamo agli acquisti di impulso, non a quelli ragionati);

Questi sono i parametri che di solito si inseriscono nei software.

Ricerca tramite keywords

Esiste poi la ricerca tramite keyword. In che consiste? In pratica, si inseriscono delle parole chiave scelte da noi in particolari software (vedi per esempio keywordtool.io) che scandagliano Amazon e ci restituiscono i volumi (cioè quante volte queste keyword vengono ricercate) di ricerca della nostra keyword e di quelle simili. Partendo da keyword con volumi di ricerca abbastanza consistenti ma non stratosferici, andiamo alla ricerca di un prodotto specifico che faccia al caso nostro.

Valutazione del mercato nel suo insieme

Una volta individuato un candidato potenziale, si passa alla valutazione del prodotto nel contesto del mercato in cui è venduto. Ovviamente, se non c’è alcun concorrente e c’è un solo venditore a fare certi numeri, sarà molto difficile per noi scalzarlo dal ruolo di leader e quindi, di regola, lasceremmo stare. Come dice Al Ries, essere primi nella mente dei clienti è tutto.

Nel caso opposto, invece, in cui trovassimo un mercato molto concorrenziale, con molti competitor, dovremmo valutare la possbilità di riuscire a ritagliarci il nostro spazio. In teoria, i mercati molto concorrenziali sono i migliori dove entrare data la grande domanda del pubblico. Ovvio che se esistono già 4 o 5 players con migliaia di recensioni positive, a meno di non inventarsi qualcosa di veramente geniale, difficilmente riusciremo a scalfire la loro posizione di mercato.

Il caso ideale è trovare un mercato con una buona domanda, una certa competizione, ma dove concorrano tre condizioni:

  1. i concorrenti hanno tutti un numero di recensioni inferiore alle 100 (al max solo uno oltre, ma di poco) e ne hanno alcune negative;

  2. non esiste un leader incontrastato del mercato, ma le vendite sono più o meno equamente divise tra i primi 4 o 5 venditori;

  3. il prodotto individuato è personalizzabile (ma approfondiremo questo concetto in una lezione futura).

Insomma, come vedete, le cose da tenere in considerazione nell’individuazione di un prodotto vincente sono molte, ma, per fortuna, più ci si prova, più ci si impratichisce e si sviluppa quel sesto senso che ci permette di velocizzare l’intero processo.

La scelta del prodotto rimane comunque la base fondamentale dalla quale partire per avere successo su Amazon FBA. Scegliere il prodotto sbagliato, ci porterà nella stragrande maggioranza dei casi al fallimento, nonostante sia sempre possibile cercare di rimediare nelle fasi successive di sviluppo del prodotto stesso.

Questo è quanto per la prima lezione. Martedì prossimo parleremo dell’individuazione dei fornitori e della scelta del migliore per noi. Alla prossima lezione!

Corso Vincere Su Amazon di Antonio Vida - ricerca prodotto per Amazon FBA

 

Se ti è piaciuto, condividilo...